• Ente di Formazione Accreditato dalla Regione Lazio determina n. G10445C
  • Ente accreditato presso l'Ordine Nazionale dei Giornalisti come Ente Terzo Formatore
  • Ente iscritto all’Anagrafe Nazionale delle Ricerche del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con n. 60949UXU
 

S.A.I. Onlus

Noi ci siamo...

Cos’è il SAI ?

Lo Sportello d’Ascolto Integrato (SAI) onlus, è un servizio consulenziale gratuito, destinato a cittadini maggiorenni residenti nella città/provincia di Viterbo che affrontano condizioni di particolare disagio in ambito psicologico e sociale, che dal 4 febbraio 2014 si è costituito in Associazione no profit .
Presidente del S.A.I. ONLUS è la Dott.ssa Rita Giorgi
Direttore del S.A.I. ONLUS è il Dr. Paolo Dattilo

Il S.A.I. onlus si occupa di

Tutela della persona
– Stalking
– Gaslighting (manipolazione psicologica)
– Conflittualità familiare in presenza di minori

Tutela del lavoratore
– Mobbing
– Danni da stress lavoro-correlato/burn-out

Direzione dello sportello SAI
Dr. Paolo Dattilo – Direttore
Psicologo – Psicoterapeuta
Direttore Area Psicologia Sociale del CSC

Dr.ssa Vantina Tanini – Vice direttrice
Psicologa  – Psicoterapeuta
Direttrice dell’Area Scienze Comportamentali
del CSC

Dipendenze Comportamentali
– Patologia da gioco d’azzardo compulsivo
– Dipendenza sessuale da internet (Cybersex)
– Dipendenza affettiva

Gestione della crisi socioeconomica
– Disoccupazione
– Cassaintegrazione

Finalità
Il progetto presenta una duplice finalità:
1. Offrire supporto alle persone e orientarle alla risoluzione delle problematiche indicate negli ambiti di competenza.
2. Sensibilizzare la popolazione del viterbese circa tali fenomeni, fornendo loro strumenti atti a favorirne la riconoscibilità.

Protocollo
Per accedere al servizio basterà contattare il numero telefonico 0761 364913.
Il servizio è disponibile:
dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 17,30
Il contatto telefonico rappresenta un primo filtro, il primo momento di accoglienza che rinvia a un appuntamento con gli psicologi o con il legale.
Il colloquio di consultazione può essere seguito, qualora l’utente ne faccia richiesta, da un massimo di 4 colloqui psicologici focalizzati su temi specifici e in forma di sostegno.
Per accedere a questa risorsa (dunque a esclusione del primo colloquio che resta gratuito) occorre devolvere all’Associazione promotrice un importo pari a 10 euro per ciascun incontro finalizzato al sostegno delle attività del S.A.I ONLUS.
Durante tali colloqui si condurrà un’analisi della domanda di aiuto, un ascolto attivo delle problematiche e un inquadramento specifico del problema; si tenterà inoltre di mobilitare le energie della persona per un orientamento alla risoluzione delle problematiche. Sarà cura del professionista indirizzare la persona, se necessario, agli organi competenti o a strutture pubbliche qualora il problema abbia bisogno di ulteriore approfondimento/cura.
La consulenza legale si esaurisce, di norma, in un singolo incontro. Essa è confinata all’ambito della consulenza e non dell’assistenza tout court.

© Criminologi.com All rights reserved.